Torna alla lista

from 24 to 27 Gen 2019 Enésya art Gallery - Affordable Art Fair

Sin dalla nostra fondazione ci siamo posti due obiettivi: il primo è quello di stimolare la crescita artistica, dando la possibilità ad ogni artista di vendere le proprie
opere utilizzando il nostro portale. Il secondo è quello di innovare i mezzi tradizionali di fruizione dell'opera d'arte: abbiamo aperto il nostro primo spazio espositivo alla porte di Milano e la nostra rapida crescita ci ha permesso di programmare una seconda apertura nel centro della città.

Attualmente abbiamo in programma la partecipazione ad Affordable Art Fair Milano, fiera d'arte di primo piano nel panorama artistico mondiale. Il circuito coinvolge alcune tra le più importanti città del mondo, tra cui Londra, New York, Hong Kong e Singapore. L'appuntamento è a Milano, in Via Tortona 27, dal 24 al 27 Gennaio 2019.

Gli Artisti che esporranno con noi:

Duilio Forte, Si laurea in architettura nel 1994 presso il Politecnico di Milano. Nello stesso anno vince il primo premio San Carlo Borromeo presso la Permanente di Milano, giuria di Achille Castiglioni e Giancarlo De Carlo, con la sauna Ekeberg realizzata in Svezia.

Nel 1998 fonda Atelier Forte, un laboratorio di ricerca nel campo architettonico e scultoreo che si occupa della progettazione e realizzazione di opere artistiche e architettoniche.

Dal 2003 organizza un workshop di arte e architettura in Svezia denominato Stuga Project presso la città di Grythyttan.

Dal 2005 è membro della Associazione Architetti Svedesi. Partecipa alla XI Mostra internazionale di architettura di Venezia (2008) con l'opera Sleipnir Venexia.

Il 12 febbraio 2009, in occasione dei 200 anni della nascita di Darwin, Duilio Forte scrive il Manifesto Arkizoic, lo stile architettonico caratterizzata dal connubio tra architettura e Anemos, il soffio vitale.

Partecipa alla XII Mostra internazionale di architettura di Venezia (2010) con l'opera Sleipnir Convivalis.

Partecipa alla VII edizione del Triennale Design MuseumTDM7, con l'opera Sleipnir XXXIII.

Partecipa alla XXI Triennale internazionale di Milano (2016) con l'opera URSUS all'interno della mostra Stanze, nuove filosofie dell'abitare a cura di Beppe Finessi.        Fonte: wikipedia.org

 

Nicholas Viviani, fotografo. Si laurea in Legge a Milano con una tesi sulla Tabula Picta, anello di congiunzione tra immagine e diritto romano. Nel 2017 vince a Milano il Premio Delle Arti Premio della Cultura, premio internazionale giunto alla XXIX edizione. La giuria internazionale venne presieduta dal Prof. Dott. Carlo Franza, critico di fama internazionale. Nel 2018 espone all’ Art Shopping Paris, nel Carrousel Du Louvre. Nel Luglio 2018 risulta tra I finalisti del Premio Arte C. Farioli e nell’Ottobre del 2019 parteciperà alla Biennale Internazionale dell’Arte Contemporanea di Firenze. Le sue opere hanno trovato spazio in alcune collezioni italiane e straniere.

 

Giorgio Galimberti, nasce a Como il 20 marzo 1980. Da sempre appassionato di fotografia, complice anche un clima familiare aperto all’arte e alla creatività, fin da piccolo comincia ad avvicinarsi al mezzo fotografico attraverso le Polaroid. Con i primi tentativi di manipolazione e alterazione dell’immagine, Giorgio esplora approfonditamente la dimensione giocosa del supporto istantaneo. Durante l’adolescenza, la passione non viene mai meno e, attraverso la frequentazione di numerose mostre ed esposizioni, unitamente ad un’intensa attività pratica in camera oscura, si costruisce un personalissimo background fotografico, basato principalmente sulle tecniche di sperimentazione dei grandi maestri che hanno fatto la storia della fotografia. Dopo un periodo di momentaneo distacco, durato qualche anno, Galimberti si riavvicina al mondo della fotografia digitale senza mai abbandonare del tutto la fotografia analogica. Attraverso la sperimentazione del bianco e nero perfeziona i suoi gusti e, memore della lezione dei grandi maestri della fotografia, si avvicina ad una visione del mondo incentrata prevalentemente sugli effetti della luce sui corpi e sui paesaggi urbani, riprendendo alcuni elementi tipici della street photography e rielaborandoli in funzione di un linguaggio fotografico moderno e narrativo che unisce agli scorci di vita quotidiana le visioni sospese dell’architettura urbana con uno stile fortemente personale e riconoscibile. Numerose le sue partecipazioni a mostre personali e collaborazioni con importanti gallerie d’arte Italiane e Internazionali che gli hanno permesso di entrare nella fotografia autoriale. Si dedica alla didattica trasmettendo durante i suoi workshop e seminari il suo punto di vista sulla fotografia d’autore.

 

Marco Antonacci, si laurea in Economia a Milano. Oggi è gallerista e owner manager di una società leader nella distribuzione di caffè monoporzione. Fonda la galleria d’arte Enésya volgendo un occhio al futuro, dando la possibilità agli artisti di promuovere le proprie opere d’arte online e un occhio al presente, organizzando eventi e mostre con lo scopo di promuovere la giovane arte italiana ed europea.

Disegna a matita da quando aveva undici anni. Dal 2011 il pennello prenderà il sopravvento sulla matita.

Da quasi otto anni concepisce e produce quadri con l’orgoglio di aver arricchito alcune collezioni italiane ed europee.

 

Lucio Forte, architetto ed artista, si dedica all'arte in ogni sua forma. Nato a Milano nel 1970, di formazione architetto, si giostra con notevoli capacità nell'ambito della pittura, della progettazione architettonica, del disegno ed anche del fumetto. Numerose le mostre collettive e personali realizzate, dagli anni '90 ad oggi, sempre nella sua città natale. Vanta numerose pubblicazioni in Italia e all’estero.

 

Benedetta Belloni

Torna alla lista